Regione Lombardia

Il bilancio previsionale triennale 2021/2023

Pubblicato il 20 febbraio 2021 • Comune , La Torretta , Opere

Lo scorso 29 dicembre il Consiglio Comunale ha approvato il bilancio di previsione per il triennio 2021/2023. Il bilancio di previsione rappresenta uno strumento basilare per la pianificazione dell’Ente, ne indica gli obiettivi programmatici e identifica le risorse per la loro realizzazione.

In considerazione della difficile situazione economica e delle pesanti incertezze legate alla pandemia, è molto importante aver approvato il bilancio di previsione prima dell’inizio dell’esercizio 2021. Questo fatto consente all’Ente, per l’anno in corso, una programmazione più snella ed efficace degli interventi di spesa.

Il bilancio di parte corrente. 

Il bilancio corrente si riferisce alla gestione quotidiana del nostro Comune. 
Le entrate correnti rappresentano le risorse utilizzate per finanziare tutte le spese di funzionamento della struttura e includono:

  • le entrate tributarie (IMU, TARI, addizionale comunale IRPEF, etc.);
  • i trasferimenti da Stato, Regione, Provincia o altri soggetti pubblici o privati;
  • le entrate extratributarie, quali ad esempio gli importi pagati dai cittadini per l’utilizzo dei servizi a domanda individuale (mensa scolastica, assistenza domiciliare, etc.), le sanzioni per violazioni al Codice della Strada, etc.

Per il 2021, vengono confermate le stesse aliquote del 2020, sia per quanto riguarda l’IMU, sia per quanto riguarda gli scaglioni dell’addizionale comunale IRPEF.
Nel corso del triennio si continuerà a perseguire l’evasione fiscale, con un’attività di accertamento tributario prevista per circa 165 mila euro complessivi. 
Si prevedono introiti per proventi da sanzioni per violazioni del codice della strada per circa 220 mila euro all’anno.

Lo scorso anno è stata siglata la nuova convenzione per la gestione della Polizia Locale che coinvolge Ronco Briantino, Bernareggio, Sulbiate e Aicurzio. La convenzione prevede che il nostro Comune faccia da capofila, ovvero nel bilancio del nostro Ente figurano tutte le spese relative ai servizi e all’acquisto dei materiali inclusi nella convenzione, mentre dal lato delle entrate vengono imputati i trasferimenti di risorse, a titolo di rimborso, da parte degli altri Comuni, ciascuno per la propria quota.
Le uscite correnti comprendono tutti gli impegni di spesa atti a garantire il regolare svolgimento delle attività quotidiane dell’Ente. 

Si rilevano maggiori spese per quanto riguarda il servizio di pulizia degli uffici comunali e per la gestione del verde pubblico, nonché per la Polizia Locale, che vedrà un incremento della propria dotazione organica nel 2021. 

Lo scorso dicembre il nostro Ente si è convenzionato con Robbiate e Paderno d’Adda per la gestione della Segreteria Generale, che era stata gestita sinora “a scavalco” (gestione provvisoria in sostituzione del precedente Segretario dimissionario); in base a questo nuovo accordo, il Segretario Generale raddoppierà le ore di presenza presso il nostro Comune, garantendo una migliore efficienza e funzionalità dell’Ente, determinando per contro un incremento dei costi.

Il grafico 1 mostra il dettaglio delle spese correnti previste per il triennio 2021/2023, suddivise per programma.

A parte le spese generali di funzionamento, gli stanziamenti più significativi sono destinati al settore sociale (circa 1,2 milioni di euro nel triennio, pari al 16% del totale), all’ambiente e al territorio (un milione e 50 mila euro, pari al 14% del totale),  all’ordine pubblico e sicurezza (circa 850 mila euro, vale a dire il 12% del totale). 

L’accantonamento al Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità ammonta a oltre 600 mila euro nel prossimo triennio (9% del totale), ed è in gran parte legato ai ruoli tributari coattivi IMU e TARI e alle sanzioni per violazioni al Codice della Strada.

Il bilancio degli investimenti

Il bilancio di parte capitale comprende:

  • tra le entrate, gli introiti per alienazioni di aree, i contributi in conto capitale da Stato o regioni e i proventi da concessioni edilizie;
  • tra le uscite, investimenti e interventi di manutenzione straordinaria. 
  • Per il triennio appena iniziato, a fronte degli oneri di urbanizzazione, dei proventi per alienazione e dei contributi previsti in entrata, sono previsti alcuni significativi interventi di investimento: 
  • asfaltature e riqualificazioni stradali;
  • l’installazione di nuovi punti luce di illuminazione pubblica;
  • la realizzazione dei circuiti ciclopedonali; 
  • la riqualificazione di Piazza Dante;
  • lavori di manutenzione straordinaria presso la Biblioteca Comunale;
  • due distinti interventi di manutenzione straordinaria nel cimitero, volti alla realizzazione di nuovi loculi e al rifacimento dei vialetti pedonali interni.

Il grafico 2 mostra la spaccatura per programma delle spese in conto capitale stanziate per il triennio 2021/2023. 

La realizzazione di tali interventi è naturalmente subordinata all’effettivo incasso da parte dell’Ente degli oneri di urbanizzazione pianificati; in mancanza di questi, l’Ente può eventualmente utilizzare l’avanzo di amministrazione conseguito negli anni precedenti per finanziare le opere pubbliche che saranno ritenute prioritarie e compatibili con le risorse a disposizione.