Regione Lombardia

8 marzo 2020 | Giornata internazionale della donna

La Giornata internazionale della donna è il momento per riflettere sui progressi compiuti, di chiedere il cambiamento e di celebrare atti di coraggio e determinazione da parte delle donne comuni, che hanno avuto un ruolo straordinario nella storia dei loro paesi e delle loro comunità.

Il mondo ha fatto progressi senza precedenti, ma nessun paese ha raggiunto l'uguaglianza di genere.

Cinquant'anni fa siamo atterrati sulla luna; nell'ultimo decennio, abbiamo scoperto nuovi antenati umani e fotografato un buco nero per la prima volta. Nel frattempo, le restrizioni legali hanno impedito a 2,7 miliardi di donne di accedere alla stessa scelta di posti di lavoro degli uomini. Meno del 25% dei parlamentari erano donne, a partire dal 2019. Una donna su tre subisce ancora violenze di genere.

Dallo sciopero sessuale delle donne liberiane che apre la strada alla pace fino al “Women’s Day Off” islandese che richiede l'uguaglianza economica, all'impatto globale del movimento #MeToo, la storia ci ha insegnato che il cambiamento può avvenire attraverso l'attivismo collettivo.

Inoltre, quest'anno si celebra il venticinquesimo anniversario dall’adozione Dichiarazione e della piattaforma d’azione di Pechino. Sarà l’occasione per fare il punto rispetto a quelli che erano gli obiettivi strategici per raggiungere la parità di genere in ambiti quali: donne ed economia, violenza contro le donne, donne e ambiente e donne in ruoli di leadership. Siglata nel 1995 oggi si sente l’esigenza di impostare azioni concrete per il futuro, all’insegna delle nuove sfide globali lanciate dalla sostenibilità, dalle nuove forme di emergenze globali e dalle guerre ancora in atto.

In quest’ambito il tema lanciato dalle Nazioni Unite “I am Generation Equality: Realizing Women’s Rights” esprime la necessità di unire e coinvolgere, in questo percorso verso la piena dignità e parità, generazioni diverse. Ponendo l’accento sul fatto che il cambiamento non riguarda solo momenti importanti, vittorie legali e accordi internazionali, rma anche il modo in cui parliamo, pensiamo e agiamo ogni giorno può creare un effetto a catena a beneficio di tutti.

* l'articolo è tratto dalle pagine del sito delle Nazioni Unite Donne, dedicate al progetto Generation Equality
** nella foto: Samira, rifugiata siriana, una delle responsabili delle aziende nell'Oasis Center for Resilience and Empowerment of Women and Girls 'gestito da ONU Donne nel campo profughi di Azraq in Giordania. (Nazioni Unite Donne / Christopher Herwig).

UN Women | International Women’s Day 2020