Regione Lombardia

Iniziati i lavori per la costruzione delle nuove aule della scuola media

Pubblicato il 2 gennaio 2020 • Edilizia , Giovani , Opere , Scuola Via V. Mandelli, 24, 20885 Ronco Briantino MB, Italia

Sono finalmente cominciati i lavori che porteranno alla realizzazione del nuovo edificio della scuola media di Ronco Briantino.

Il progetto, partito nel 2012 e portato avanti in questi anni con determinazione e senso di necessità da parte delle Amministrazioni Comunali che si sono succedute, è stato sin da subito condiviso e sostenuto dall’intera comunità ronchese. Se inizialmente si è discusso su che orientamento prendere optando per un edificio a integrazione di quello attuale oppure per un complesso scolastico tutto nuovo, ben presto si è capito che i vincoli di spesa imposti da parte del Governo ai Comuni Italiani e l’onere finanziario legato ad una nuova struttura avrebbero limitato notevolmente la scelta definitiva.

Il bando di finanziamento statale, che il nostro Comune si è aggiudicato nel 2017, ha però garantito la copertura per un milione di euro, pari cioè a quasi due terzi della spesa totale. La stessa spesa si è di poco rimodulata nel corso degli ultimi anni per via di adeguamenti al progetto resi necessari dalle nuove normative che, per esempio, impongono differenti standard antisismici.

Non è stata invece rivista la natura iniziale del progetto che ha coinvolto attivamente sin dalle origini la cittadinanza ronchese tramite partecipati incontri pubblici e che ha potuto contare anche sul contributo degli stessi studenti: la nuova struttura sarà caratterizzata da sei aule didattiche, disposte su due piani e collegate all’attuale edificio, con il quale condividerà l’ingresso principale.

Le ben note “scuole a cupola” che, nel bene e nel male, per decenni hanno caratterizzato il panorama ronchese, saranno dunque a disposizione, sia per coprire la necessità di spazi per i laboratori didattici della scuola sia per le esigenze dell’Amministrazione.

In attesa di vedere l’opera compiuta, possiamo di certo esprimere soddisfazione per l’inizio dei lavori atti a sanare una difficile situazione in cui oggettivamente si trovano gli studenti ronchesi.

Non ci resta che augurare buon lavoro!